La sciarpa azzurra - ANArtI Firenze

Vai ai contenuti

Menu principale:

La sciarpa azzurra

Cenni storici > Uniformi
Emanuele Filiberto di Savoia durante la sua folgorante carriera nelle truppe imperiali usava portare a tracolla sulla corazza una sciarpa azzurra come suo capo distintivo personale. Personaggio entrato nel mito era più che naturale che sentisse il bisogno di contraddistinguere la propria persona. Perciò quando si accinse a creare un esercito di soli suoi sudditi, ordinato e disciplinato, scelse come embrione di uniforme “la sciarpa azzurra” che gli aveva portato fortuna. Quando molto più tardi fu possibile dotare i soldati di vere uniformi la sciarpa fu assegnata ai soli ufficiali. In piazza San Carlo a Torino si ammira il monumento equestre che rappresenta Emanuele Filiberto nel pacato gesto di rinfoderare la sciabola. Ad un osservatore attento non può sfuggire che porta a tracolla una sciarpa: il bronzo non rende il colore, ma è “la nostra sciarpa azzurra”, simbolo di disciplina e di onore militare, adottata dal primo esercito degno di questo nome costituito sul suolo italiano senza truppe mercenarie, emblema dell’uniforme e di tutto quello che una divisa rappresenta.
Torna ai contenuti | Torna al menu